AGGIORNAMENTO DEI VOLONTARI E INFORMAZIONE AI SINDACI

Il Comitato Croce Rossa di Borgosesia sta preparando per le prossime settimane importanti incontri di formazione-informazione sui contenuti della convenzione siglata il mese  scorso tra la Protezione civile della Regione Piemonte e la Croce Rossa regionale in materia di emergenza.

Sono stati messi in calendario adeguati momenti formativi per i volontari che saranno aggiornati sul nuovo protocollo d’intervento. Un appuntamento di informazione, fissato per sabato 5 maggio, sarà invece dedicato a tutti i sindaci del territorio valsesia-valsessera, che arriveranno nel salone di via Della Bianca per ascoltare una relazione del responsabile regionale di settore della CRI, Beppe Beltrametti, sulle nuove linee di indirizzo stabilite dalla convenzione e sulle attività di competenza dei volontari rossocrociati.

Venti giorni fa la Protezione civile della Regione Piemonte e il Comitato Regionale della Croce Rossa hanno firmato una convenzione in ambito di attività di Protezione civile in cui l’Associazione diventa ufficialmente partner nel sistema regionale di Volontariato. L’intesa sancisce la collaborazione alla formazione e l’operatività della Croce Rossa all’attività della colonna mobile regionale.

“Regione Piemonte e Croce Rossa, redigeranno e attueranno un programma di attività formativa rivolta alle componenti istituzionali e del volontariato. Questi gli elementi essenziali dell’importante atto documentale definito lo scorso mese. In caso di emergenza, la Croce Rossa garantirà l’assistenza sanitaria al personale della colonna mobile con un modulo ambulatoriale – infermieristico o moduli specialistici”, così recita il testo dell’intesa.

E precisa. “La Croce Rossa piemontese fornirà alla Colonna mobile strutture campali specifiche, bagni, per persone disabili e strutture di accoglienza temporanea per i trasferimenti di anziani e disabili. L’Associazione fornirà anche servizi psicologici e socio-assistenziali, in collaborazione con le altre organizzazioni del sistema, e si occuperà del censimento e del ricongiungimento dei nuclei familiari coinvolti in emergenze. La Croce Rossa piemontese sarà di supporto sanitario ai volontari Antincendi boschivi, se impegnati in interventi di spegnimento complessi; sarà di supporto assistenziale nelle emergenze e nelle attività addestrative della Protezione civile e di supporto anche alla gestione della sala operativa regionale”.