Il settore formazione del Comitato locale della Croce rossa italiana di Borgosesia ha avuto un periodo di intensa attività formativa, sia indirizzata ai volontari, sia agli esterni. “Abbiamo avuto, afferma la responsabile della formazione, Francesca Guidetti, due mesi di ininterrotta azione didattica, che ha messo a dura prova la resistenza e la disponibilità dei formatori, che hanno messo in campo tutte le risorse umane e professionali di cui sono dotati, per far fronte con la consueta abnegazione e completa dedizione a una serie di richieste e necessità”.
I mesi di settembre e ottobre hanno visto concentrato il corso per l’Allegato A, che porta alla formazione del volontario soccorritore per il servizio del 118. Sono state settimane impegnative per i corsisti, che hanno dovuto seguire tante lezioni teoriche, molti incontri dedicati alle prove pratiche e alle simulazioni di soccorso, nelle quali si è reso indispensabile anche l’intervento del gruppo truccatori e simulatori, per costruire in maniera più verosimile possibile la scena oggetto di soccorso.
Formazione dura, importante, terminata la scorsa settimana e seguita da 11 volontari, che ora sono alle prese con il tirocinio protetto, che porterà alla fine di ottenere, se positivamente prestato, la qualifica di Soccorritore Volontario 118.
Contemporaneamente si è lavorato molto anche come centro di formazione BLSD (uso del defibrillatore) per corso base e retraining, certificando 70 persone tra laici e volontari.
“L’impegno di questo periodo, aggiunge Francesca Guidetti, si è concluso venerdì 25 ottobre a Grignasco con un incontro informativo gratuito su manovre salvavita pediatriche, aperto a tutta la popolazione e patrocinato dal Comune, a cui hanno preso parte circa 40 persone tra genitori, nonni, maestre d’asilo e membri dell’amministrazione comunale”.
Una breve pausa, e si riparte lunedì 4 novembre con il nuovo corso che dà accesso alla famiglia dei volontari Cri. Durerà fino a dicembre e si concluderà con l’esame a metà mese.